Era buio pesto

Standard

di Maria Felicita Luce

L’uomo, perfettamente vestito, girava da ore dentro casa. Era agitato, nervoso.
Si sentiva braccato.
Sarebbero venuti, lo sapeva!
Sarebbero venuti a prenderlo ed a portarlo via. Di nuovo.
Erano venuti altre volte. Gli avevano raccontato tutte quelle storie, quelle bugie.
Gli avevavo sorriso, lo avevavo rassicurato con voci dolci, carezzevoli, e, quando lui senza più difendersi, aveva creduto alle loro parole, lo avevano preso, imprigionato, infilato di forza in quella camicia di tela grezza che, più si muoveva più diventava stretta, graffiandolo, soffocandolo.
Aveva, allora, urlato, imprecato, minacciato, pianto… tutto inutile.
Un ago nel braccio aveva posto fine, ogni volta, alla sua ribellione.
No, non sarebbe successo di nuovo! Questa volta era pronto. Si sarebbe difeso!
E mentre si raccontava queste cose, la mano infilata nella tasca accarezzava la fredda consistenza di un coltello a serramanico ed un gelido sorriso gli compariva sulla faccia senza, peraltro, raggiungere gli occhi che rimanevano sbarrati, allucinati.
No, questa volta n0!
Sentiva perfettamente che stava accadendo di nuovo. Lo indovinava dai sorrisi melliflui, dalla frasi rassicuranti, dallo scantonare repentino delle persone quando lui passava, dalle pupille che si facevano più grandi quando lo fissavano.
Ma questa volta sarebbe stato diverso!
E loro vennero. Vennero sorridenti, vennero rassicuranti, di nuovo e lui?
Lui li colpì.
Un fendente al primo che gli capitò più vicino e quando il sangue, vermiglio, a fiotti, iniziò a zampillare, fuggì!
Fuggì lontano, veloce, sempre più veloce.
Correva sempre più svelto, sempre più lontano nel bosco, dove di sicuro non l’avrebbero trovato.
Sentiva i suoi inseguitori gridare dietro di lui, le loro urla sempre più vicine.
Ma dove nascondersi? Dove?
Ecco, una radura un tronco caduto! Doveva fermarsi, respirare e pensare, pensare……

Si sedette sul tronco. che pace! Chiuse gli occhi per un attimo e……… improvvisamente ecco la soluzione!
Certo! Se lui non li vedeva, loro non avrebbero visto lui! Era così semplice!
Sospirò di sollievo.
Così, seduto sul tronco di un albero caduto, nel centro di una piccola radura nel bosco, chiuse gli occhi ermeticamente, spasmodicamente.
Era così buio non lo avrebbero visto di certo !
Si sentiva al sicuro. Sorrise tra se contento.
Poi, qualcosa di freddo, di metallico proprio in mezzo agli occhi che si spalancano suo malgrado.
Di fronte a lui, il poliziotto con un ghigno feroce e una pistola spianata gli dice “ Amico, la tua corsa è finita!”

Ancora oggi, dopo molti anni di manicomio criminale, il pover’uomo non riesce a spiegarsi come l’abbiano trovato. Si era nascosto così bene! Era buio pesto!

Annunci

Una risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...